Come PURIFICARE E RICARICARE I CRISTALLI

Questa é una breve guida su Come PURIFICARE E RICARICARE I CRISTALLI 

IL SALE:

Possiamo utilizzare del sale grosso, possibilmente marino e posarvi sopra i Cristalli per 1 o 2 ore, il sale per potrebbe interagire con alcuni Cristalli, specialmente quelli contenenti Rame(Crisocolla, Malachite, Turchese), che si possono rovinare e cambiare colore; consiglierei di fare uno strato di sale, tra due piatti, e porre la pietre da pulire sul piatto superiore, cosicché non tocchino direttamente il sale.

L’ACQUA:

Lasciare i Cristalli sotto l’acqua corrente per alcuni minuti è un buon metodo per la pulizia giornaliera delle pietre che indossiamo. A questo scopo usate un bicchiere o comunque in un recipiente che non sia di plastica. Questo tipo di pulizia è buono anche per le Druse. Usate più spesso il metodo dell’acqua ed ogni tanto quello del sale che è più traumatico per la pietra.

L’ACQUA DEL MARE:

Un’altra possibilità molto gradita ai Cristalli(esclusi quelli contenenti Rame)che diventano veramente lucenti e carichi di energia solare, se li lasciate poi asciugare sulla spiaggia.

IL VASO DI FIORI:

La terra di un vaso fiorito è un buon posto dove posare un cristallo a purificare. Lasciatelo una notte ad un giorno, così si ricaricherà contemporaneamente, con l’aiuto della pianta, della luce del sole e della luna.

LA SALVIA BIANCA O L’INCENSO:

La fumigazione con la salvia è un metodo usato dagli Indiani d’America per la pulizia dei Cristalli ed del campo eterico umano, si pu usare anche l’incenso, meglio se di Sandalo.

RICARICARLI

I cristalli ogni tanto vanno purificati e ricaricati, perché durante l’uso cedono la loro energia e accumulano energie dall’ambiente circostante o dalla persona che li indossa.

Per la purificazione rimando all’apposita sezione teniamoli puliti, per quanto riguarda la ricarica vi sono diversi modi per effettuarla:

SOLE:

I testi sui cristalli consigliano di esporre la pietra al sole, per 1 o 2 ore, possibilmente a inizio o fina giornata, evitare le ore più calde. Si ricaricano al sole tutti i cristalli rossi, arancio, gialli, bianchi e trasparenti. I cristalli trasparenti viola e rosa si ricaricano al sole, ma con luce non diretta perché potrebbero scolorirsi.

LUNA:

Secondo la tradizione, andrebbero esposti tutta la notte alla luna, meglio se piena. Si ricaricano alla luna le pietre verdi, blu, viola non trasparenti (Sugilite, Ciaroite) e le pietre con spiccata energia femminile come la Crisocolla.

DRUSA:

Posando i cristalli su una drusa di Quarzo di Rocca o di Ametista, si ottiene il duplice scopo di purificarli e di ricaricarli. L’Ametista ha un effetto di purificazione molto potente.

VASO DI FIORI:

I testi classici ci dicono che posare i cristalli sulla terra di un vaso è benefico sia per la pietra, alla quale permette di scaricare le energie accumulate e di ricaricarsi, che per la pianta, che trae beneficio dall’interazione con il cristallo. È un modo che uso spesso, e le mie piante sono rigogliose e cariche di fiori.

I cristalli destinati all’uso negli ambienti vanno purificati e ricaricati ogni uno o due mesi

I cristalli per uso personale devono essere purificati ogni due o tre giorni e ricaricati una volta alla settimana, lo stesso per quelli che si usano per la meditazione.

I tempi consigliati sono indicativi: vi accorgerete da soli che i cristalli con l’uso cambiano leggermente di colore, diventano più opachi e spenti.

LAPISLAZZULI:

Per purificarlo usate lacqua corrente, per ricaricarlo esponetelo alla luce solare.

OCCHIO DI TIGRE:

Si purifica con i metodi usuali, si ricarica alla luce del sole.

OSSIDIANA:

Si purifica con tutti i metodi già descritti, si ricarica alla luce del sole.

GRANATO:

Si purifica sotto lacqua corrente e si ricarica alla luce del sole.


Spero che questa breve guida su Come PURIFICARE E RICARICARE I CRISTALLI vi sia stata utile .  Se qualcosa non vi é chiaro, lasciate un commento o contattatemi tramite la mia pagina facebook Il Cammino della strega

Precedente Strumenti wicca dove comprarli? Successivo Rituale per preservare l’unione e rinsaldare la coppia