Festività Wicca ESTBAT.

ESTBAT.
Sono rituali rivolti alle fasi lunari. I riti alla Luna piena sono estbat,ma alcune tradizioni tengono cerchi anche alla luna nuova. Questi rituali sono focalizzati sull’immagine della dea, senza però tralasciare il dio. Se si desidera fare rituali durante la Luna piena ma non si ha il tempo, sono considerati accettabili anche i due giorni prima e i due giorni dopo.


Suggerimento per un estbat di luna piena:

  • Fare un bagnoli purificazione.
  • Profumare la stanza con una mistura di sandalo incenso grezzo messi a bruciare su una mattonella di carbone per incenso.
  • Creare l’altare con i soliti strumenti magari sostituendo alcuni oggetti e mettere tovaglie bianche, oggetti d’argento, lune crescenti, pietra di luna, fiori bianchi, e altri oggetti lunari.
  • Costruire il cerchio.
  • Invocazione della dea (e anche il dio) xè siano presenti nel cerchio.
  • La dea è invocata con una cantilena abbastanza lunga
  • Meditare riguardo la luna o la dea stessa.
  • Si possono fare magie perché questa fase di luna ha molta energia. Le donne ke hanno le mestruazioni in coincidenza con questa fase sono due o tre volte più potenti.
  • Dopo aver indirizzato l’energia meditare, pregare o rilassarsi.
  • Mangiare i tradizionali biscotti a mezzaluna e bere vino.
  • Ringraziare dio e dea per la loro presenza; l’altare viene rotto e gli strumenti sistemati.

Gli estbat della luna piena si possono distinguere in varie lune in base al mese e al significato che ha il mese. Anche se in un anno civile vi sono12 mesi, in un anno lunare vi sono 13 lune, quindi ogni anno vi sono 2 lune piene in un mese. La seconda apparizione è chiamata Blue Moon(luna azzurra)e rende il mese estremamente potente.

Ogni luna cambia nome in base al mese;
Dicembre è chiamata la luna della quercia perchè la quercia ha sempre rappresentato l’aspetto maschile della divinità ricollegandosi anche al Re Agrifoglio simbolo degli ultimi mesi dell’anno, ma in questo caso c’è il Re Quercia. Quando la luna della quercia sta per diventare piena nel cielo di dicembre, ricordarsi che si è parte integrante del cosmo, proprio come del mondo in cui ci risvegliamo ogni giorno. Celebrare il ritorno del Figlio divino e della nuova luce usando vischio e regalando candele.

Gennaio è chiamata la luna del lupo per prima cosa perché il lupo si presenta in questo periodo in cui il cibo è scarso e in secondo luogo perché ha a che fare con la famiglia e la solidarietà. Quando la luna si fa alta, trascorrere più tempo con la famiglia e con le persone amate, offrire aiuto e non dimenticare che gli dei sono una famiglia.

Febbraio è chiamata la luna immacolata perché succede quando c’è ancora la neve che ricopre tutto e ha potere di purezza, innocenza e gioia. Questa luna fa venir voglia di ridere, correre e giocare e di ripensare al fanciullo che è dentro di noi quando la vita era semplice e tutto era possibile. Questa luna ci offre l’occasione di cancellare tutto ciò che è vecchio e riprendere un nuovo cammino.

Marzo è chiamata la luna della semina perché la primavera è finalmente arrivata e la natura si sta risvegliando. Il suo arrivo ci invita a dissodare il nostro giardino spirituale e a migliorare la nostra vita.

Aprile è chiamata la luna della lepre i prati e i campi sono inverdiscono, gli animali sono indaffarati, il bisogno di riprodursi aumenta. Quando la luna diventa piena, concede fertilità illimitata, si estende il bisogno di essere produttivi, portare a termine progetti, eliminare gli ostacoli ke impediscono il raggiungimento degli obiettivi. Questo periodo consente di coltivare il giardino spirituale e fisico.

Maggio è chiamata la luna della coppia i fiori sbocciano, i rami si riempiono di foglie,i venti e le piogge primaverili si quietano. Onora il matrimonio tra il signore e la signora e la loro unione sulla terra. Questa luna è propizia per portare a termine i progetti; gli obiettivi, anche quelli più difficili, sembrano a portata di mano. Questa è una delle lune più potenti dell’anno, persino l’impossibile sembra possibile.

Giugno è chiamata la luna dell’idromele gli animali partoriscono, gli uccelli escono dal guscio. Annuncia la fine della fertilità e l’inizio della nuova vita. Tutta la natura ferve di attività, è tempo di dedizione, nutrimento e trasformazione ed è il momento in cui reinventare la vita e osservarla con lo sguardo nuovo.

Luglio è chiamata la luna delle erbe il profumo dei fiori riempie l’aria, indugia nel caldo estivo. In questo periodo le erbe raggiungono il loro massimo potenziale. Annuncia l’inizio del raccolto spirituale personale, grazie a questo le attività magiche sembrano riuscire con maggiore facilità. Abbonda lo psichismo, le letture divinatorie diventano chiare e i sogni carichi di profezie e visioni.

Agosto è chiamata la luna delle granaglie luna del raccolto e mietitura e annuncia la maturazione dei cereali molto importante perché il nucleo del cereale serba misteri, cicli di vita, morte e rinascita.

Settembre è chiamata la luna della vendemmia è una celebrazione dello spirito che avviene durante la vendemmia; secondo gli antichi il vino li metteva in contatto con il divino perché alterava lo stato di coscienza. Questa luna è propizia per stare in silenzio, rilassare il corpo e lasciare che lo spirito abbia il sopravvento.

Ottobre è chiamata la luna rossa perché avviene durante il periodo della caccia. Ringraziare gli animali per aver dato la loro vita, inoltre ringraziare anche il mondo vegetale.

Novembre è chiamata la luna della neve caldo e luce ormai in declino. La neve ricopre ormai tutto, formando una coltre che rende confortevole il riposo della natura e della terra. Portiamo a termine i progetti e chiudiamo questioni in sospeso.

Luna della tempesta (seconda luna, solitamente a gennaio); si onorano le bufere invernali. Buon momento per rilassarsi e riposarsi dedicando un po’ di tempo a noi stessi.

SUGGERIMENTI PER FESTEGGIARE LE LUNE.
Luna della quercia:

indossare abiti bianchi e gialli per dare il benvenuto al sole; decorare gli altari con agrifogli, vischio e simboli del sole; usare candele bianche e bruciare incenso rituale possibilmente puro.

Segnare il perimetro del cerchio con candele gialle o semi di girasole(se usati i semi, tenerli per piantarli in primavera); per il banchetto servire biscotti allo zenzero con succo di mele.

Decorare un moccolo a spirale con agrifoglio e mettervi una candela; attribuire alla candela problemi o cattive abitudini, accenderla e liberare le cose spiacevoli.

Lasciar consumare la candela e bruciare l’agrifoglio.

Se la luna cade prima del solstizio accendere una candela; iniziare benedicendo un portacandele.

Lasciar consumare la candela e prima che si spenga accenderne un’altra con la stessa fiamma; spegnere l’ultima nel solstizio.

Luna del lupo:

indossare abiti bordeaux o rosa come simbolo di amore e solidarietà; decorare l’altare con ciò che riguarda la famiglia, amici e parenti.

Usare candele rosa o bordeaux e incenso di pino.

Aspergere il cerchio con un ramo di pino che simboleggia la crescita e la vita eterna.

Per il banchetto servire succo di mele e biscotti con lo zucchero.

Durante il rituale dedicarsi alla famiglia e alle questioni che vi affliggono; è un ottimo periodo anche per consolidare un rapporto famigliare già ottimo facendo una bellissima corona di mele(circa 6).

Benedire le mele sull’altare.

Tagliare le mele in diagonale per rivelarne il cuore e i semi che formano un pentagramma; disporre le fette su un foglio di carta da forno, spolverizzarle con della cannella e cuocere per 2ora a 150°. Durante la cottura togliere l’uncino da un appendiabiti e dargli la forma di un cerchio. Quando le fette sono pronte, infilarle nel ferro e fermarle attorcigliandone le estremità con un filo e appendere la corona in un posto visibile.

Luna immacolata:

abiti bianchi perché come dice il nome stesso della luna riguarda la purezza; decorare l’altare con fiori bianchi di stagione.

Tracciare il cerchio con la bacchetta e purificarlo usando l’incenso alla salvia e candele bianche; per il banchetto servire biscotti al cioccolato, latte e cioccolatini.

Su due foglietti di carta scrivere ciò che si desidera poi gettarli nell’acqua.

Fare qualcosa per rendere la nostra vita più semplice e non accumulare tutto, accendere una candela bianca per questa luna.

Luna della semina:

abiti possibilmente verdi per collegarsi alla terra e quindi a questa luna.

Decorare l’altare con fiori di campo e visto il periodo, con fiori primaverili;usare candele verdi e dell’incenso di essenze floreali.

Aspergere il cerchio con un ramoscello da conservare per Beltane. Per il banchetto usare latte e pane di semi; un’idea sarebbe di allestire il banchetto all’aperto e appendere in vista dei fili per far si che gli uccelli li usino per farsi il nido. Ottima occasione anche per benedire i semi per l’orto e i giardini.

È possibile portare all’interno del cerchio i vasi dove verranno posti i semi.

Luna della lepre:

abiti verdi, giallo e rosa per simboleggiare l’allegria, la felicità, la fertilità di questo periodo.

Decorare l’altare con cose primaverili e che ricordino felicità;usare candele verdi e gialle e usare incenso di frutta,ottimo alla pesca. Aspergere il cerchio con fiori di campo; se è possibile fare tutto ciò all’esterno,

altrimenti portare nel cerchio le piante e travasatele in altri contenitori.

Se desiderate, lasciare una piccola parte del giardino incolto per le fate; offritelo recitando qualcosa di appropriato.

Per il banchetto servire biscotti al limone e succo di fragola; benedire dei semi ai quali verrà attribuita una qualità che vorremmo ricevere e piantarli recitando qualcosa di appropriato e mentre crescono cresceranno anche in noi.(per esempio):

La pazienza è la qualità che avrai

E come cresce qui, in me crescerai

Cosi sia”.

Luna della coppia:

abiti con colori accesi e abbellirsi con fiori di stagione; usare candele oro e argento, e usare incenso al gelsomino.

Decorare l’altare con fiori freschi, tracciare il cerchio con un mazzo di fiori che verrà poi lasciato sul luogo del banchetto al quale verranno servite bevande gassate e dolci; benedire barrette fertilizzanti quando sarà luna piena, caricarli.

È possibile benedire anche del denaro per far si che possa prosperare.

Ottimo periodo anche per accrescere altro, tra cui opportunità, amici, ecc..

Luna dell’idromele:

abiti gialli e ambra; usare candele gialle e arancio, bruciare incenso puro.

Decorare l’altare con fiori o altro che richiami la metamorfosi; per il banchetto usare biscotti al limone e tè possibilmente dolcificato con il miele.

Costruire una “scaletta delle streghe” con delle piume d’uccello trovate per attirare fortuna per l’intero anno.

Intrecciare 3 nastri(rosso,bianco e nero) lunghi un metro; su questa treccia annodare 9 piume diverse ad intervalli regolari; ad ogni piuma collegare una qualità recitando qualcosa di appropriato(per es. x prosperità)

Soldi, soldi, a me venite

Che le mie preghiere sian esaudite”.

Legare le estremità formando un fiocco, mettere la scaletta tra le candele dell’altare e recitare:

Anello di piume, treccia di tre

Che la fortuna sia con me”.

Lasciarla sull’altare fino a quando le candele non si sono spente, poi appenderla in casa dove sia invisibile.

Dedicarsi anche alla meditazione,si può anche chiedere l’ispirazione alle divinità; è possibile fare anche un incantesimo per la trasformazione personale.

Riempire una sacchetto di tela con le cose dell’altare inerenti la metamorfosi; mettere il sacchetto davanti alla candela dell’altare e recitare parole appropriate.

Lasciare il sacchetto sull’altare finchè le candele non saranno spente.

Luna delle erbe:

abiti arancioni o verdi, acconciarsi i capelli e la casa con foglie e ghirlande di erbe; usare candele arancio e bruciare incenso alla lavanda.

Decorare l’altare con erbe fresche legate; aspergere il cerchio con erbe e piante; per il banchetto servire biscotti alle erbe e tisane.

Caricare piante ed erbe che andranno poi sparse nel giardino per il popolo fatato.

Luna delle granaglie:

abiti gialli, marroni; usare candele oro e bruciare incenso di patchouli.

Decorare altare con ciò che riguarda gli antenati, cereali, spighe e altre decorazioni;per il banchetto servire biscotti d’avena, pane dolce e bevande a base di malto.

Aspergere il cerchio con spighe e una volta sciolto il cerchio appendere il fascio per gli uccelli.

Scrivere un biglietto per qualche antenato e bruciarlo con l’incenso; dedicare del tempo alla meditazione, soprattutto se ci sono persone che non ci piacciono.

Luna della vendemmia:

abiti color porpora e lavanda; decorare l’altare con frutti e piante di stagione; usare candele color lavanda e bruciare incenso alla salvia.

Per il banchetto servire cracker integrali e succo d’uva.

Ottimo periodo per fare esercizi riguardanti la mente.

Luna rossa:

abiti rossi; candele rosse e bruciare incenso alla cannella.

Decorare l’altare con foglie, grano, mele e zucche; per il banchetto servire succo di mele e biscotti possibilmente allo zenzero.

Accendere una candela rossa come ringraziamento agli animali e piante che si sono sacrificati; è possibile far entrare il proprio animale nel cerchio; mettere dei semi a bagno per ammorbidirli e formare una collana che verrà successivamente caricata e conservata per un anno; verrà indossata in ogni rituale; alla fine dell’anno verrà sostituita.

Luna della neve:

abiti neri, porpora o blu scuro per richiamare il riposo della terra; candele color porpora e bruciare incenso al patchouli.

Decorare l’altare con aglio, cipolle e altre verdure “sotterranee”; aspergere il cerchio con acqua al mentolo.

Pensare a ciò che le persone hanno fatto per noi e pensare a qualcosa per ricambiare; fare un incantesimo per chiudere le questioni in sospeso; in un sacchetto mettere 3 spicchi d’aglio e un cristallo di rocca.

Mettere il sacchetto tra le candele dell’altare finchè non si spengono e mettere il sacchetto sotto il letto.

Luna della tempesta:

abiti azzurri; decorare l’altare con disegni di neve, stelle o inerenti al riposo; usare candele azzurre e bruciare incenso di sandalo.

Solo per questa occasione tracciare il cerchio con un acchiappasogni; per il banchetto servire cioccolata calda e biscotti al burro.

Luna indicata per lavorare sui sogni; caricare un ametista e magnetizzarla per favorire il sogno profetico.

Mettere la pietra sotto il cuscino e tenere un foglio e una penna sul comodino per poter annotare tutto.

Gli Esbat sono le feste della Dea che mensilmente passa attraverso i suoi tre stadi:

Vergine (luna crescente): e’ il periodo ideale per svolgere operazioni magiche destinate ad accrescere qualcosa per la salute, l’amore, la fortuna, il fascino, l’attrazione. Da non dimenticare l’esposizione dei Tarocchi, in questa fase, per tutta la settimana.

Madre (luna piena): Consigliata per effettuare operazioni magiche a scopo benefico o per l’esposizione di cristalli, quarzi e pietre, per la loro purificazione. In questo periodo ogni attivita’ magica che si esegue acquisisce maggior potere. e’ anche il periodo piu’ adatto per eseguire incantesimi per il controllo di se stessi e sulla fertilita’.

Vecchia (luna calante): e’ la fase in cui la luna decresce. Ideale per svolgere operazioni magiche di allontanamento o per eliminare malattie importanti. e’ il periodo giusto per incantesimi di guarigione e per la perdita di peso. e’ anche il periodo giusto per annullare incantesimi fatti contro se stessi e contro gli altri.

Non dimentichiamo anche la:
Fase oscura, il novilunio: e’ la fase in cui la luna, trovandosi in congiunzione col Sole, rivolge alla Terra la faccia non illuminata. Periodo ideale per svolgere operazioni magiche curative dei problemi legati alla pelle oppure rituali legati alla distruzione.

Queste feste si svolgono solitamente in luna piena per festeggiare il potere della creazione e il passaggio da fanciulla a donna. Ma non si deve dimenticare anche il lato oscuro: la luna nuova, il potere della morte. Che e’ indispensabile per tornare ad avere nuova vita.

Quando un mese ha due lune, la seconda luna piena viene chiamata “Luna Blu”. Si chiama anche Luna delle Streghe perche’ e’ la tredicesima Luna dell’anno, un tipo di Luna “fuori dal tempo”, ossia una Luna dalla magia e dal potere straordinario.


Con questo abbiamo terminato, se qualcosa non vi é chiaro potete commentare qui sotto o contattatemi sulla mia pagina facebook: https://www.facebook.com/Il-cammino-della-strega-1631785630262577/ Se non l’avete ancora fatto leggete anche: Le fesività Wicca I Sabbat e Esbat

Precedente LE FESTE WICCA I Sabbat e Esbat Successivo Rituale di Samhain