Cos’è l’Aura?

Cos’è l’Aura?

L’aura è un campo elettromagnetico che circonda non solo ogni essere vivente, includendo l’uomo e le piante ma anche ogni oggetto inanimato, come le pietre, oggetti fatti a mano, oggetti di altra provenienza ma con cui interagiamo e la terra stessa.
Consiste in una corrente turbinante di radiazione luminosa, un campo in flusso continuo, una sorta di magnetismo elettrico sempre presente.
Per chi ha la possibilità di vederla, altro non è che una scia di tutti i colori dell’arcobaleno che si muovono continuamente verso l’esterno e verso l’interno. Non è solida ma è un continuo flusso di energia che non può essere rotto o interrotto.
La cosa più interessante è la capacità che ci dona di interazione con il mondo sottile e non; possiamo dunque espanderla, contrarla, renderla piccola e allargarla a coprire una stanza.

Cosa contiene?

Porta con se la storia della nostra vita; ogni piccola informazione inerente a ciò che siamo stati e saremo.
Molte persone sono in grado di leggere l’aura, dopo lungo e faticoso esercizio. In maniera del tutto semplice ed autonomo potranno dirvi molte cose del vostro passato, ma anche molte cose del vostro carattere, oppure degli incontri significativi della vostra vita o come siete attratti o respinti dal prossimo. 
L’aura contiene gli accaduti nella nostra vita; le cose belle e quelle meno. Può inoltre rivelare malattie, allergie e addirittura momenti di stress. E’ una damigiana di pensieri.

Come leggere l’aura

.

Per prima cosa, recatevi con un compagno in un luogo senza luci forti e con uno sfondo neutro bianco o nero. Studiate ogni parte del corpo dell’altro. Rilassatevi più che potete e cercate di notare tutte le linee sul corpo del vostro compagno. A questo punto, se siete abbastanza rilassati, inizierete a vedere dei colori (i principianti normalmente vedono solo un colore, ma più avanti andrete, più ne vedrete). Non importa se non vedete nulla la prima volta, serve continua pratica per riuscire in alcuni risultati. Ci vuole molta esperienza per vedere inizialmente un’aura, quindi in una sola parola, esercitatevi.

Colori dell’aura

Il rosso è il colore della forza, della passione forte e della volontà. Il rosso scuro può indicare una persona con un temperamento impulsivo, iroso e nervoso. Tutti i rossi si relazionano alle tendenze nervose.

L’arancione è il colore del tepore, della coscienza e della creatività. Le ombre più torbide dell’arancio possono rappresentare l’orgoglio o la vanità, mentre un arancio brillante indica controllo e calma.
Una persona con arancio nella sua aura può soffrire con i reni.

Il giallo è l’attività mentale, l’ottimismo. Può significare nuovi insegnamenti e saggezza. Un giallo brillante indica che la persona ha cura di se stesso. Un giallo rossiccio può indicare che il proprietario è timido.

Il verde è il colore della simpatia e della calma. Una persona che ha del verde nella sua aura può essere molto bravo nell’arte della guarigione ed è molto sicuro. Ombre scure nel verde possono indicare una persona insicura e gelosa.

Il blu è il colore del silenzio e della calma. Qualsiasi blu nell’aura è una cosa che consiglio a tutti, soprattutto se parliamo di blu scuro. Una persona che ha questo colore significa che ha trovato il lavoro adatto a sè nella vita. Il blu a volte però indica anche una tendenza ad essere lunatici e depressi.

Indaco e Viola sono i colori di chi sta cercando qualcosa nella vita.
Rappresentano l’abilità negli affari con il pubblico e il pragmatismo. Ombre possono mostrare che la persona ha degli ostacoli da superare e si sente incompreso.

Il nero è il colore della protezione. Può riflettere una persona che nasconde qualcosa. Può anche indicare un equilibrio precario.

Questi sono i colori più comuni. Non sono però gli unici colori nell’aura e non voglio farvi credere che lo siano. Ecco qualche altro colore che potreste vedere.

Il bianco, è uno dei primi colori che vedrete in un’aura. Però, quando si rivela come colore forte e vero, riflette purezza e verità.

Il marrone potrebbe indicare una persona che è molto legata alla terra e che cerca nuove radici. Se è visto in corrispondenza dei chakra può significare che l’energia di quella persona è bloccata.

Delle macchie nere indicano che l’aura è sbilanciata in alcune parti. Quindi la persona ha delle abitudini poco sane e dovrebbe lavorarci su. La meditazione aiuta a ridurre queste macchie, così come l’esercizio e la luce solare.

Esercizi

La pratica è la chiave per ottenere e sviluppare qualsiasi nuova abilità. Cercate di impegnare almeno 15/20 minuti su ogni esercizio. Non perdete subito la pazienza, se non riuscite ad ottenere il risultato sperato. Semplicemente continuate a provare. Se non potete fare un esercizio al giorno, cercate almeno i primi tempi di farne 3 alla settimana.

Quando fate un esercizio fidatevi dei vostri istinti. Se credete di vedere viola attorno alla vostra testa, non cercate di fare un secondo tentativo. Potete tenere accanto una penna e un foglio per segnare i vostri risultati. Segnate il tempo che impiegate per percepire lo strato bianco più interno, quindi quelli più esterni. Scrivete i colori che vedete e la loro ubicazione. Quando avete finito, mettete il foglio da parte e non guardatelo fino alla prossima volta che praticate. Questo servirà a non farvi influenzare. Quando terminate la volta seguente, annotate i nuovi risultati e paragonateli alla volta precedente. Potreste sorprendervi di come state procedendo e come ogni volta richiederà sempre meno e meno tempo per vedere l’aura.

Dopo l’esercizio, scrivete le interpretazioni che darete alle corrispondenze di colori che vedrete. Questo è un modo per familiarizzare con ogni colore e per ricordare cosa significano.

Lo strato bianco dell’aura è la prima cosa che dovreste vedere. Con i vostri progressi e le abilità mentali che aumenteranno, sarete in grado anche di distinguere i vari colori dell’aura. Inizierete a notare una lieve differenza tra quella interna e le esterne. Finalmente, dopo tempo, riuscirete anche ad avere sensazioni fisiche legate ad ogni colore, strato e ubicazione.

Ricordate che ci vuol tempo a sviluppare un senso logico in questi schemi energetici. Non scoraggiatevi se non riuscite a vedere i colori subito o se avete difficoltà anche a vedere il colore bianco dell’aura. La pratica porta lentamente al miglioramento. Non lasciate che un risultato negativo vi porti a non provare più.

Specchio

Usare lo specchio è una tecnica che viene usata sovente per cercare di leggere la propria aura. Questo tra l’altro essendo un metodo che coinvolge noi stessi, non porta le controindazioni che possono essere portato dal supporto altrui, che magari dopo un pò si stanca, diventa impaziente, vuole finirla. Allo stesso tempo, c’è la difficoltà di essere poco obiettivi con noi stessi. Questo esercizio dovrebbe essere usato per impratichirci nel vedere l’aura e non nell’interpretarla.

Sedete davanti ad uno specchio, mettetegli accanto una piccola lampada dalla luce fioca e bianca. Fate in modo che la luce non si rifletta nello specchio o che vi vada negli occhi. Iniziate guardando le vostre spalle e il collo nello specchio. Lasciate che i vostri occhi lentamente si allontanino, perdano nitidezza, come se steste cercando di vedere oltre il riflesso del corpo. Dopo un pò di pratica dovreste riuscire a iniziare a vedere un brillio bianco, una sorta di alone, largo un centimetro circa, attorno alle spalle al collo.
Quella è la vostra aura interna.


 Se qualcosa non vi é chiaro potete commentare qui sotto o contattatemi sulla mia pagina facebook: https://www.facebook.com/Il-cammino-della-strega-1631785630262577/

 

 

 

 

Precedente La Vera Sibilla Italiana: Fortuna (Interpretazione e abbinamenti) Successivo Interpretare i sogni: ma cosa significa sognare? L’interpretazione